Danza, Oriente, Roma

Sono tre le mie passioni cui dedico questa pagina: la danza, l’Oriente e Roma. Cosa li accomuna? La bellezza! Non è un caso se molti pittori orientalisti hanno ritratto, con il loro stile inconfondibile, tutti e tre i soggetti.

In ordine sparso materiali d’ispirazione su questi temi: una bellissima poesia di Khalil Gibran, alcuni aforismi sulla danza e su Roma, uno spazio dedicato ai pittori Orientalisti.   

Khalil Gibran – La danzatrice 

Per un giorno, la corte del principe invita una danzatrice accompagnata dai suoi musicisti. Ella fu presentata alla corte, poi danza davanti al principe al suono del liuto, del flauto e della chitarra.
Ella danza la danza delle stelle e quella dell’universo;
poi ella danza la danza dei fiori che vorticano nel vento.
E il principe ne rimane affascinato.
Egli la prega di avvicinarsi.
Ella si dirige allora verso il trono e s’inchina davanti a lui.
E il principe domanda:
“Bella donna, figlia della grazia e della gioia, da dove viene la tua arte?
Come puoi tu dominare la terra a l’aria nei tuoi passi, l’acqua e il fuoco nel tuo ritmo?”
La danzatrice s’inchina di nuovo davanti al principe e dice:
“Vostra Altezza, io non saprei rispondervi, ma so che:
L’Anima del filosofo veglia nella sua testa.
L’anima del poeta vola nel suo cuore.
L’Anima del cantante vibra nella sua gola.
Ma l’anima della danzatrice vive in tutto il suo corpo.”

Aforismi sulla danza

“Cantate e danzate insieme e siate felici, ma fate in modo che ognuno di voi sia anche solo, come sono sole le corde di un liuto, sebbene vibrino alla stessa musica.”
Kahlil Gibran 

 “La danza è la più sublime, la più commovente, la più bella di tutte le arti, perché non è una mera traduzione o astrazione dalla vita, è la vita stessa.”             Henry Havelock Ellis

“I danzatori, come tutti gli artisti, sono fatti per provare sensazioni e per farle sentire agli altri. I danzatori hanno il grande dono del movimento e della forma. Essi vivono in maniera olistica, con il corpo, la mente e lo spirito fusi in atti allo stesso tempo unici e continui. Non smettete di danzare. Qualsiasi cosa accada e con la volontà di Dio, abbiamo visto il peggio, vi dico: Non smettete mai di danzare.”                                         Katherine Dunham

“La danza è disciplina, lavoro, insegnamento, comunicazione. Con essa risparmiamo parole che magari altri non capirebbero e stabiliamo un linguaggio universale, familiare a tutti. Ci dà piacere, ci rende liberi e ci conforta dall’impossibilità che noi umani abbiamo di volare come gli uccelli, ci fa avvicinare al cielo, al sacro, all’infinito. È un’arte sublime, sempre diversa, simile al fare l’amore, che alla fine di ogni performance lascia il nostro cuore battere forte, sperando nella prossima volta.”                                            Julio Bocca

 “La fiamma dello spirito risiede nella danza.”                                      Luciano da Samosata

 “La danza è il linguaggio nascosto dell’anima.”                                            Martha Graham

 “La danza è una delle rare attività umane in cui l’uomo si trova totalmente impegnato: corpo, cuore e spirito. Per il bambino danzare è importante quanto parlare, contare o imparare la geografia. È essenziale per il bambino, nato danzante, non dissipare questo linguaggio sotto l’influsso di un’educazione repressiva e frustante.”               Maurice Béjart

“La danza, un minimo di spiegazione, un minimo di aneddoti, e un massimo di sensazioni.”                                                                                                      Maurice Béjart

“La danza è una poesia in cui ogni parola è un movimento.”                                  Mata Hari

“Certe cose si possono dire con le parole, altre con i movimenti. Ci sono anche dei momenti in cui si rimane senza parole, completamente perduti e disorientati, non si sa più che cosa fare. A questo punto comincia la danza.”                                            Pina Bausch

“Cantare bene e ballare bene significa essere ben educati.”                                      Platone

Aforismi su Roma

Roma non è una città come le altre. È un grande museo, un salotto da attraversare in punta di piedi.                                                                                                      Alberto Sordi

Ci si annoia talvolta a Roma il secondo mese di soggiorno, ma giammai il sesto, e, se si resta sino al dodicesimo, si è afferrati dall’idea di stabilirvisi.                                   Stendhal

 A Roma confluiscono tutti i peccati e tutti i vizi per esservi glorificati.                                                                                                                                                   Publio Cornelio Tacito

 Roma, città fortunata, invincibile e eterna.                                                               Tito Livio

 

L’Orientalismo (da Wikipedia)

L’orientalismo è una corrente pittorica, iniziata in Francia alla fine del settecento e sviluppatasi poi nell’ottocento soprattutto in Francia e in Inghilterra, che tendeva a rappresentare ambientazioni e atmosfere tipiche del mondo orientale.

Il movimento nasce nel più ampio contesto di tendenze provenienti dall’esotismo, che hanno influenzato il mondo culturale e artistico dell’Europa, soprattutto fra il settecento e il novecento.

La corrente ha inizio soprattutto in Francia, a seguito della spedizione di Napoleone in Egitto del 1798, e si sviluppa poi con crescente interesse anche in Inghilterra e in altri paesi europei, anche a seguito dell’estendersi del colonialismo europeo in Nordafrica e nel Medio Oriente.

I pittori orientalisti, che spesso non avevano mai visitato l’oriente, tendevano a ritrarre figure, ambienti, scene di vita, del mondo arabo o mediorientale, sempre carichi di fascino, di esotico mistero e frequentemente anche di una certa sensualità, per la tendenza romantica a vedere nel mondo esotico un ambiente libero dalle convenzioni borghesi occidentali.

L’orientalismo non arrivò mai a costituire una vera e propria scuola, e si intersecò, attraverso i suoi diversi esponenti, con il romanticismo, il post-impressionismo, il classicismo.

Fra i maggiori esponenti dell’orientalismo francese ed inglese, Eugène DelacroixJean Auguste Dominique IngresJean-Léon GérômeFrederick Arthur BridgmanAddison Thomas MillarCharles Sprague Pearce, Thomas Frederic Mason Sheard.

In Italia tra i maggiori orientalisti sono da segnalare Alberto Pasini e Roberto Guastalla. Un altro artista Italiano è Carlo Bonatto Minella.

Be Sociable, Share!